L’ACQUA …. LA ROCCIA …… IL TEMPO

GROTTE DI SU MANNAU

La Grotta di Su Mannau

La Grotta di Su Mannau

La Grotta di Su Mannau sita nel Comune di Fluminimaggiore, è considerata  una fra le più interessanti cavità carsiche della Sardegna.Conosciuta fin dai tempi remoti la sua prima parte (la Sala Archeologica) fu adibita a tempio ipogeo sin dal periodo pre-nuragico. La grotta si trova nella Valle omonima e dalle sue viscere scaturisce il Rio Su Mannau.

Casella di testo: NOME DELLA CAVITA'       			GROTTA DI SU MANNAU
ZONA                   		  : 		   	SU MANNAU
COMUNE                   :          			FLUMINIMAGGIORE - CA
LATITUDINE               :          			39°24'24"
LONGITUDINE             :           			3°57'29"
SVILUPPO PLANIM.         :          			8.250 mt.
LUNGHEZZA               :          			3.500 mt.
DISLIVELLO MAX.          :          			- 40 mt. === + 120 mt.
QUOTA INGRESSO s.l.m.    :          		+ 220 mt.

DESCRIZIONE DELLA GROTTA.;

La grotta di Su Mannau è un  ampio complesso carsico sito sotto il blocco calcareo che va da Su Mannau - Terra Nieddas al versante di Antas - Oghittu. Composto da due rami principali originati da due piccoli corsi d'acqua interni : il Ramo di Sinistra dal fiume Placido ed il Ramo di Destra dal Fiume Rapido.

 Sulle bellezze delle Sale interne sarebbe quasi inutile soffermarsi ormai notissime a livello nazionale, ricche di stalattiti e stalagmiti e di imponenti fenomeni di concrezionamento quali le aragoniti e le cristallizzazioni delle calciti. Il ramo di sinistra è caratterizzato da un andamento piuttosto accidentato con ampi e profondi pozzi soprattutto nel tratto che va dal Pozzo Rodriguez al Ramo dell'Infinito.

In questo Ramo si possono ammirare :

- la Sala Serra, ampia sala ricca di colate bianchissime;

- il Pozzo Rodriguez largo oltre 20 mt. e profondo 23 mt. su cui troneggiano imponenti colonne oggi facente parte del Ramo Turistico;

- il Ramo dell'Infinito ricco di concrezioni e colate alabastrine.

Scendendo all’ultimo livello si arriva al fiume Placido che lentamente scorre verso valle creando suggestivi accumuli di sabbia fluviale;Nei rami alti diverse sale : la Sala dei Cristalli che porterà verso la Galleria Puddu ed il collegamento verso il ramo di Destra.

Il Ramo di destra denominato nella sua prima parte Ramo dei Bolognesi è il tratto più frequentato, ad andamento quasi orizzontale risale il Fiume Rapido per circa 3500 mt.

Su questo ramo si possono ammirare fenomeni carsici di grande imponenza:

La cascata delle Pisoliti con il Salone soprastante dove singolari sfere “ perle di grotta” tappezzano il pavimento;

:- il lago Pensile lungo circa 40 mt e profondo 5 mt si attraversa nei periodi di piena con l'ausilio di canotti;

la Sala del Sonno ricca di Stalattiti e aragoniti eccentriche con grandi colonne alte fino a 15 mt.;

la Sala Bianca, difficile da arrivarci, ma con aragoniti davvero uniche;

Il salone Ribaldone grande ambiente di crollo alto oltre 150 mt.;

- la sala Vergine, vera perla di Su Mannau, Š un'ampia sala bianchissima adorna di veri e propri organi bianchissimi con aragoniti coralloidi ed eccentriche dalle forme uniche.

la Sala Bizzarra, situata oltre un pseudosifone che si supera con le mute subacquee, è un'altra ampia sala ricca di  enormi aragoniti e da stranissime concrezioni dette "funghi";

il Salone degli Abeti ultimo ambiente ampio conosciuto della grotta è una immensa sala altra oltre 40 metri con il pavimento adorno da veri e propri abeti di cristalli. Da qui la grotte prosegue in uno stretto cunicolo semi sommerso assai difficile da risalire. Allo stato attuale delle esplorazioni tale ramo è stato esplorato per oltre 1 km., diversi affluenti laterali apportano acque sotterranee dando appunto origine al Fiume Rapido.

 

IL RAMO TURISTICO

In allestimento